Dicono di noi


Mi sarei aspettata un’impostazione “accademica” e precisa e invece ho apprezzato moltissimo la dinamicità delle lezioni e soprattutto la possibilità di avere un contatto diretto con così tante
persone del mondo dell’arte. Formativa ma soprattutto stimolante. Mi ha permesso di cominciare ad avere più consapevolezza su ciò che succede nel mondo dell’arte contemporanea, indicandomi dove cercare e come farlo. (Arianna Canalicchio)

Ho molto apprezzato l’approccio della tutor del corso: è stata in grado di creare un clima informale in cui mi sono sentita a mio agio e libera di confrontarmi con gli altri e con gli ospiti. La stessa scelta degli ospiti l’ho trovata di grande qualità, perché tutte le persone coinvolte mi sono parse molto appassionate e capaci e soprattutto hanno dimostrato come sia possibile perseguire un proprio progetto e lavorare nell’ambito artistico rimanendo fedeli alle proprie inclinazioni e valori. Molto arricchente, immersiva e formativa. Mi ha stimolato a credere nelle mie capacità e a proporre le mie idee senza timore e mi ha fatto capire ancora di più l’importanza di vedere mostre, fare gavetta, dialogare con le persone che lavorano in contesti che mi appassionano ed esercitarmi con la scrittura. (Alessandra Luisa Cozza)

Mi sono immersa nei temi del corso e mi sembra di avere imparato tanto, non solo sulla scrittura ma anche sull’arte stessa e sul metodo. Per me è stata una scoperta di qualcosa che non conoscevo, di me stessa. Capacità che non avevo ancora messo davvero alla prova.
(Carlotta Bonura)

Con questo corso ho sicuramente ampliato le mie conoscenze nell'ambito della scrittura e della critica d'arte, in più ho conosciuto nuovi colleghi e importanti personalità dell'arte contemporanea. (Leonardo Ostuni)

Trovo che l’esperienza sia stata interessante e molto positiva, sicuramente utile per chiarirmi le idee sul ruolo professionale che vorrei ricoprire in futuro. (Giulia Feroldi)

Ho conosciuto docenti alla mano, simpatici e professionali. In particolare ho apprezzato Elena Bongiorno, ho trovato accattivante la sua esperienza con l’azienda We exhibit e mi ha dato una carica in più per approfondire il mondo della curatela. (Sara Zanellato)

Sono assolutamente soddisfatta di aver seguito questo corso, l’ho trovato affascinante e molto utile, perché per la prima volta nella mia carriera universitaria mi sono stati spiegati nel pratico tutti quegli argomenti che prima avevo trattato solo nella teoria. (Ada Mangano)

Speravo fosse un corso sul fare, concreto e così è stato e ne sono molto soddisfatta. (Siriana Stocco)

Ho conosciuto docenti alla mano, simpatici e professionali. (Gaia Vidotto)

Il corso ha superato le mie aspettative. E stato molto molto bene. Ho apprezzato tutti i docenti, la loro chiarezza e gentilezza nello spiegare gli argomenti e nel rispondere alle nostre domande. Mi e servito molto per comprendere maggiormente le dinamiche dell’organizzazione di una mostra in modo concreto, analizzando i vari passaggi di questo processo. (Amanda Ventura)

Per me è stato tutto nuovo, tutte competenze acquisite e positive. Mi sono trovata molto bene con tutti in quanto hanno spiegato con passione e chiarezza. (Rebecca Vicardi)

Questo corso mi è stato assolutamente utile a causa del fatto che ha incrementato le mie conoscenze in questo settore che approfondisco da anni in maniera autonoma parallelamente agli studi di architettura che porto avanti. (Rossella Panetta)

È stata una esperienza molto positiva che mi ha permesso di ampliare le conoscenze che già avevo. Nonostante lo svolgimento online ho avuto la possibilità di confrontarmi con altre ragazze che hanno frequentato il workshop, scambiandoci pareri e informazioni. (Giulia Passerini)

Molto positiva, tre giorni di full immersion nel mondo dell’arte per me sono stati super utili. (Fancesca Martini)

Mi aspettavo un corso che facesse molti casi pratici, oltre che a proporre una generale visione dei problemi connessi alla movimentazione delle opere d’arte. In questo senso le mie aspettative sono stato particolarmente soddisfatte, anche semplicemente dalla prima mattinata di lavoro e dalla prova finale, che ha permesso di mettermi alla prova per concretamente per applicare quanto imparato e ascoltato nei giorni precedenti. (Lorenzo Messina)

Mi ha permesso un efficace approccio alla disciplina, fornendomi delle valide coordinate di orientamento nell’ambito della professione del Registrar museale e del management di eventi espositivi, che ugualmente mi interessa molto ed è correlato operativamente al ruolo del Registrar. (Michele Recanatini)

il corso ha rispecchiato le mie aspettative perché volevo avere nozioni di curatela sia in ambito pubblico che privato. Gli interventi hanno coperto le 2 materie. Le realtà museali di cui hai parlato erano varie, e anche internazionali (credo che ci sia molto da imparare da quello che si fa all’estero).
Il corso mi è stato utile in quanto mi ha aperto gli occhi su diverse realtà collezionistiche, di cui alcune che non conoscevo. E’ stato interessante pure sentire il parere, il modo di muoversi di alcuni curatori, la loro passione, i loro problemi in ambito museale. (Blanche Bauchau)

Mi ha rassicurata sul fatto di voler intraprendere una carriera difficile, ma che davvero mi appassiona. Molto piacevole, di ispirazione e motivante. (Greta Bernardi)

Avendo già frequentato il corso sulla pratica curatoriale, mi ha permesso di comprendere e approfondire il ruolo della figura del curatore, sia in un museo pubblico che in una collezione privata. L’intervento di diversi curatori del mondo dell’arte italiana è stato d’aiuto per “entrare” in maniera più pratica nel mondo della curatela. (Mara Cortinovis)